Dotazioni da laboratorio scientifico: la sicurezza

La sicurezza sul lavoro è di fondamentale importanza per l’incolumità di ogni operatore. Questo è vero anche nei laboratori scientifici, soprattutto in quelli in cui si utilizzano sostanze chimiche che possono risultare dannose per ingestione, contatto con la pelle o inalazione.

Per evitare che gli operatori presenti in un laboratorio chimico siano esposti a fumi tossici o al contatto con sostane nocive è importante predisporre, all’interno del laboratorio, delle dotazioni di sicurezza, la cui presenza è essenziale per la buona riuscita del lavoro quotidiano. Per sapere quali siano le dotazioni obbligatorie, potete contattare la ditta http://achelit.it/, specializzata nella distribuzione di apparecchiature per laboratori scientifici.

Reattori e colonne

dotazioni laboratorio scientificoTra le apparecchiature che classicamente prendono posto all’interno di un laboratorio scientifico i reattori chimici e le colonne sono tra le più diffuse. I reattori sono, in sostanza, dei contenitori al cui interno si svolgono le reazioni chimiche pericolose, oppure quelle che necessitano di particolari parametri di temperatura o di pressione.

In commercio si trovano diversi modelli di reattore chimico, alcuni dei quali particolarmente compatti, che consentono di svolgere qualsiasi tipo di reazione chimica senza esporre gli operatoria d alcun tipo di pericolo.

Le reazioni chimiche possono facilmente produrre anche fumi pericolosi, impossibili da rilasciare nell’atmosfera. Per evitare che tali fumi si diffondano si utilizzano delle apparecchiature dette colonne scrubbler. Si tratta di contenitori, di varie dimensioni, che consentono di condensare i fumi, di neutralizzare la presenza di gas acidi o alcalini, di assorbire le eventuali sostanze nocive presenti, di effettuare reazioni di ossidoriduzione nel caso di fumi specifici. L’utilizzo di uno scrubbler consente di operare in situazione di totale sicurezza, rendendo qualsiasi tipo di fumo del tutto inerte, evitando rischi per gli operatori del laboratorio.

Giunti e accessori

In un laboratorio chimico si utilizzano diversi macchinari che con il tempo, e l’utilizzo, possono essere soggetti a deterioramento. Alcune parti, ad esempio nelle parti di giunzione di due tubi o nelle zone di apertura dei macchinari, devono essere sostituite periodicamente, per evitare che l’apparecchiatura in uso funzioni in modo scorretto, portando ad un esperimento condotto in modo sbagliato o anche all’opposizione degli operatori a gas o fumi dannosi.

Alcune apparecchiature possiedono giunti in vetro, cosa che li rende particolarmente durevoli e robusti e del tutto inattaccabili da parte delle sostanze chimiche. Il fatto che siano resistenti non significa però che siano anche eterni, per questo motivo è sempre importante verificare ogni piccola parte dell’attrezzatura che si utilizza in laboratorio, per sostituire ogni giunto o accessorio rovinato.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *