Come curare occhi, orecchie e pruriti con l’acqua borica

Che cos’è l’acqua borica? Semplice una soluzione dall’elevate proprietà lenitive, igienizzanti e antisettiche che si ottiene sciogliendo l’acido borico in acqua. A fronte di una piccola spesa (può essere acquistata al prezzo di pochi euro su internet, in erboristeria o in molte altre attività), questa sostanza offre innumerevoli vantaggi per igienizzare occhi e orecchie e per contrastare pruriti e fastidi.

Ma procediamo con ordine. L’acido borico non può considerarsi una cura per congiuntivi o infiammazioni gravi tuttavia in queste stesse situazioni può essere un efficace palliativo. Pensiamo, per esempio, a chi indossa le lenti a contatto per molte ore al giorno, chi soffre di secchezza oculare oppure chi, in primavera per esempio, è soggetto a frequenti congiuntiviti.

curare occhi orecchieFare degli impacchi con acqua borica può aiutare a sfiammare la zona, a dare un certo sollievo, a combattere il prurito oculare.

Certo, pur sempre di un rimedio casalingo che si tratta ma, a volte, quando il fastidio è pressante l’acqua borica può dare una grossa mano. L’acqua borica, come noto, altro non è che una soluzione al tre per cento di acqua e acido borico.

Acquistando tale sostanza in forma liquida si risparmia anche il tempo necessario per scaldare l’acqua e sciogliere l’acido così da ottenere la soluzione. Non resta dunque che applicare un batuffolo di cotone o un dischetto imbevuto si acqua borica sugli occhi, tre volte al giorno, per sentire un immediato sollievo e trarne benefici immediati.

Lo stesso vale per le infiammazioni al padiglione auricolare o per le otiti, per esempio, perché l’acido borico aiuta a sfiammare l’intero canale uditivo. In questo caso, però, sarà meglio utilizzare un contagocce.

Quanto ai pruriti è veramente efficace? Beh dipende dal tipo di prurito o meglio, dalla natura del prurito. Se si tratta di un fastidio derivante, per esempio, da un fungo l’acqua borica è sicuramente un’opzione da tenere in considerazione.

Prima di aggredire l’infezione micotica con altri medicinali,si può quindi provare a fare alcuni impacchi con acqua borica per eliminare in maniera meno aggressiva e più naturale questi fastidiosissimi pruriti. Dovrà comunque trattarsi di una situazione allo stato embrionale oppure sarà obbligatorio ricorrere alle cure mediche.

Anche in quest’ultimo caso, l’acqua borica può essere un coadiuvante nel trattamento in grado di accelerare la guarigione. Se non può certo sostituirsi alle medicine in commercio, l’acqua borica è sicuramente una valida alternativa come detergente della pelle. Proprio per questo motivo viene utilizzata in caso di pelle acneica perché pulisce da sevo e impurità e, allo stesso tempo, contrasta l’azione dei batteri all’interno dei foruncoli.

Molti medici suggeriscono l’uso di antibiotici per il trattamento delle fasi topiche dell’acne, questo però comporta innumerevoli svantaggi come una scarsa capacità di tolleranza oppure complicazioni dovute a un eccessivo uso di antibiotici come la candida.

L’acqua borica, invece, ha il vantaggio di poter essere utilizzata tutti i giorni. Ma non è tutto, molto spesso viene consigliata anche nel caso di follicoliti e di vere e proprie infiammazioni da sebo. Questo non perché si possa curare tutto con tale sostanza ma perché riesce a lenire particolarmente il bruciore.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *