Al via “Dammi il 5”, campagna per sconfiggere l’obesità infantile

Partirà nelle prossime settimane la campagna “Dammi il 5”, un progetto il cui scopo è quello di sconfiggere l’obesità ed educare i bambini a seguire un corretto stile alimentare coinvolgendo anche gli insegnanti e i genitori. L’iniziativa, realizzata da Mati Group con il contributo scientifico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, prevede una guida per i maestri, un libro di avventure, la proiezione di cinque puntate di cartoni animati, riunioni con gli insegnanti e i genitori e un concorso tra scuole.

campagna dammi il 5I cinque supereroi Cric, Memo, Scudo, Alma e Luce, che rappresentano i colori di frutta e verdura (bianco, blu/viola, giallo/arancione, rosso e verde), avranno un ruolo determinante nel coinvolgere i bambini nelle diverse attività e sostenere i nutrizionisti durante l’insegnamento di una dieta corretta ed equilibrata da seguire.

L’iniziativa prevede anche un concorso tra le scuole primarie dal titolo “OSCAR di Dammi il 5!”.  Le classi partecipanti avranno la possibilità di competere realizzando delle storie sulle avventure dei cinque super eroi della salute.

Purtroppo dobbiamo pensare che l’obesità infantile è un problema da non sottovalutare: attualmente i bambini italiani in sovrappeso sono il 20,9% , mentre gli obesi sono il 9,8% e per il 2,2% di questi ultimi si parla addirittura di obesità grave.

Un bimbo italiano su tre è in sovrappeso (spiega il dottor Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria, che sostiene l’iniziativa culturale) si tratta di una dato in leggero calo rispetto agli anni precedenti, ma ancora troppo alto. All’origine dell’eccesso ponderale vi sono una dieta squilibrata e troppo ricca di grassi e una diffusa sedentarietà che interessa attualmente il 16% dei giovanissimi. Sei su dieci passano troppo tempo davanti a TV e videogiochi. Abbiamo perciò deciso di scendere in campo e sostenere questo innovativo progetto di prevenzione.

Collabora all’evento anche l’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), il cui presidente ha affermato che “più del 50% delle madri di giovani obesi è convinta che la quantità di cibo consumata dal figlio sia corretta. Solo il 25% dei bambini consuma tutti i giorni cinque porzioni di frutta e verdura, così come raccomandato dalle autorità sanitarie mondiali.

Il Dott. Antonio Caretto continua spiegando che “quattro su dieci non fanno una colazione adeguata prima di andare a scuola. È quindi necessario aumentare il livello di informazione e consapevolezza sulla corretta alimentazione, sia tra la popolazione infantile che tra quella adulta”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *